Archivi della categoria: Senza categoria

24 marzo Bologna: città ospitale? La ‘comune’ disabilità

Introducono Marco Lombardo (Assessore Comune di Bologna Attività produttive, Accessibilità, Relazioni europee ed internazionali, Cooperazione internazionale, ONG, Lavoro, Politiche per il Terzo Settore, Progetto “Insieme per il lavoro”, Sportello lavoro, Politiche per l’immigrazione) e Giancarla Matteuzzi (già insegnante, associazione don Paolo Serra Zanetti).

UN PROFESSORE A BOLOGNA

Olinto Marella diviene professore di Filosofia dopo aver ottenuto la laurea a Padova e aver vinto il concorso da insegnante che lo ha fatto soggiornare in diverse città: Pola, Treviso, Messina, Rieti, Ferrara e Bologna. Durante gli anni del suo insegnamento ha numerosi allievi, fra cui l’illustre Indro Montanelli che ne riconoscerà, in seguito, la diversità rispetto agli altri docenti. Il metodo di insegnamento del … Continua a leggere UN PROFESSORE A BOLOGNA »

LA SOSPENSIONE DAL SACERDOZIO

Nel 1909 accade un fatto che segnerà profondamente la vita di Don Olinto. A seguito della sua elezione al Parlamento italiano, nel 1909 Papa Pio X scomunica Romolo Murri, sostenitore dell’impegno dei cattolici nella politica italiana contro la condizione di povertà culturale, morale e materiale del popolo. Il giorno in cui Murri bussa alla sua porta, don Olinto lo ospita con affetto, ben sapendo che … Continua a leggere LA SOSPENSIONE DAL SACERDOZIO »

LA GABBIA DA CUI FUGGIRE

Nel 1895, con l’aiuto dello zio monsignor Giuseppe M. Marella, Olinto si trasferisce a Roma ed entra nel Seminario Romano. Lì si scontra con una mentalità chiusa, incapace di assecondare l’impeto e il desiderio di intervenire contro le ingiustizie sociali – soccorrendo le masse operaie e contadine e sottostando ai principi di carità e uguaglianza sanciti nel Vangelo. Così il Seminario diventerà fin da subito … Continua a leggere LA GABBIA DA CUI FUGGIRE »

UNA VALIGIA

Una lunga barba scura dai riflessi ramati, una signora anziana, e una borsa. Anzi una valigia: sembra esplodere, tanto è piena. Ma non di vestiti. Lì dentro ci sono già tante avventure, alcune finite bene, altre male, troppo male per quell’uomo dalla lunga barba, piccolo e silenzioso. Ma lì dentro ci sono anche tante speranze e idee. Progetti. Magari ancora da definire, più desideri che … Continua a leggere UNA VALIGIA »